Riparte la Formula 1 in Austria

riparte la formula uno

F1: PRONTI PER LA RIPARTENZA

Dopo lo stop forzato dovuto all’emergenza pandemica che ha coinvolto tutto il mondo, riprende – finalmente – il campionato mondiale di F1 per la gioia di tutti gli appassionati di motori.

Primo appuntamento al Red Bull Ring in Austria dove proprio in queste ore stanno avendo corso le prove libere, mentre domani sarà la volta delle qualificazioni per la griglia di partenza e poi, domenica, potremo assistere al tanto atteso GP.

CALENDARIO SERRATO.

Per recuperare il tempo perso da marzo (ossia quando sarebbe dovuto cominciare il campionato di F1 2020) si è ideato un calendario piuttosto serrato che vedrebbe i piloti impegnati in pista al ritmo di quasi una gara a settimana. Per esigenze varie, alcuni Gran Premio sono stati annullati, mentre altri sono a rischio o comunque rinviati a data da destinarsi, in ogni caso sono in tabella 13 appuntamenti e – salvo ulteriori variazioni o disposizioni dettate dall’emergenza che comunque è ancora in corso – queste sono le date e i luoghi in cui sfrecceranno le varie monoposto (molte di queste, se non tutte, saranno disputate a porte chiuse e si potranno seguire solo sulle emittenti televisive):

  • 1 – GP Austria (Red Bull Ring) – 5 luglio 2020
  • 2 – GP Stiria (Red Bull Ring) – 12 luglio 2020
  • 3 – GP Ungheria (Hungaroring) – 19 luglio 2020
  • 4 – GP Gran Bretagna (Silverstone) – 2 agosto 2020
  • 5 – GP 70° Anniversario (Silverstone) – 9 agosto 2020
  • 6 – GP Spagna (Barcellona) – 16 agosto 2020
  • 7 – GP Belgio (Spa-Francorchamps) – 30 agosto 2020
  • 8 – GP Italia (Monza) – 6 settembre 2020
  • 9 – GP Russia (Soči) – 27 settembre 2020
  • 10 – GP USA (Austin) – 25 ottobre 2020
  • 11 – GP Città del Messico (Città del Messico) – 1 novembre 2020
  • 12 – GP Brasile (Interlagos) – 15 novembre 2020
  • 13 – GP Abu Dhabi (Yas Marina) – 29 novembre 2020

Come si può notare, i GP di Francia, Monaco, Australia, Azerbaigian, Singapore e Giappone sono assenti, in quanto cancellati. I GP asiatici di Cina, Vietnam e Bahrein oltre a quello nord americano del Canada sono invece “sospesi” in attesa del rientro dell’allarme COVID-19.

SULLA GRIGLIA DI PARTENZA.

Dopo 217 giorni, oppure – se preferite – 31 settimane rivedremo Hamilton, Vettel, Varstappen, Leclerc, Raikkonen e gli altri contendersi il primo gradino del podio a bordo delle loro Ferrari, Mercedes, Williams, Renault, Red Bull ecc.. Dopo tutto questo tempo è particolarmente difficile fare pronostici, ma la passione ne uscirà di sicuro vincitrice. Mai quanto questa volta è il caso di dirlo: comunque vada sarà un successo.

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *