decreto cura italia

Coronavirus: Partite IVA, a chi spetta il bonus dei 600 euro

NONSOLOSPORT

Coronavirus: Partite IVA, a chi spetta il bonus dei 600 euro

Il decreto “curaItalia”, licenziato nella giornata di martedì 17 marzo dal Consiglio de Ministri e pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella serata dello stesso giorno, prevede una serie di aiuti per far ripartire il paese. Tra questi un primo bonus per i liberi professionisti.

REQUISITI PER AVERE IL BONUS

Il Decreto prevede 600 euro di bonus per tutte le partite IVA come indennità per il mese di marzo, in sostituzione dei mancati guadagni del mese causati dalla pandemia.

Quindi a tutti i liberi professionisti con partita iva attiva al 23 febbraio 2020 e a tutti i titolari di rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla Gestione Separata INPS, non già titolari di redditi di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, avranno diritto a un bonus di euro 600.

PROFESSIONISTI ISCRITTI ALLE CASSE

Quindi professionisti e autonomi iscritti a gestioni previdenziali diverse non avranno diritto a questo bonus, ma dovranno aspettare eventuali bonus provenienti dalle loro casse.

IL BONUS E’ UNA TANTUM

Al momento il bonus è un una tantum, quindi verrà erogato una sola volta, a meno che non venga prorogata la misura nei mesi successive.

LAVORATORI AGRICOLI

Il bonus di 600 euro è riconosciuto anche ai lavoratori agricoli, precisamente agli operai agricoli a tempo determinato, non titolari di pensione, che nel 2019 abbiano svolto almeno 50 giornate lavorative effettive.

Va ricordato che le indennità non sono cumulabili fra loro.

 

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *